La crisi chiude le bocche Dentisti, questi sconosciuti

Salute. Acqua in bocca, verrebbe da dire. Perché con la crisi aumentano gli italiani che tagliano le spese per il loro sorriso e rinunciano alle cure odontoiatriche sia “ordinarie che straordinarie”: si parla di mezzo milione di famiglie in meno. È l'allarme lanciato dall'ultimo Rapporto Andi presentato a Roma nel Congresso dell'Associazione nazionale dentisti italiani. Per il presidente Gianfranco Prada: «Anche in un quadro futuro di migliori prospettive il cambiamento è strutturale.Le famiglie non hanno avuto in questi ultimi anni e non hanno oggi sufficienti risorse per pagarsi il dentista. Il dato economico si sovrappone a un dato culturale: gli italiani tendono (in maggior percentuale che in altri Paesi) a non stimare mediamente gravi le loro condizioni dentali e non sono soliti andare dal dentista per controlli e per prevenzione».
Dall'osservatorio emerge che tra il 2007 e il 2012 la spesa media mensile è scesa del 30,5 % e che la percentuale delle persone che nel 2011 hanno tagliato le cure  per ragioni economiche è stata dell'8,9 % rispetto all'intera popolazione. Una percentuale più alta al sud e nelle isole (13%) e soprattutto fra i 35 e i 59 anni. Nove su 10 persone hanno fiducia nel proprio dentista, tanto da non voler cambiarlo con nessun altro. Fiducia che spesso, è mal riposta in falsi dentisti. 
(Luisa Mosello)
 
I consigli AiopL'Aiop, l'Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica  nel congresso di Bologna ha stilato alcuni consigli rivolti ai pazienti sulle corone protesiche alle prese con la crisi economica e il proliferare di prestazioni low coast, a basso costo, in Italia e all'estero . La corona  non deve risultare più alta degli altri denti: occorre poter usare il filo interdentale, che deve incontrare una buona resistenza senza rompersi o sfilacciarsi.La gengiva a contatto col bordo della corona non deve arrossarsi o sanguinare; il lavoro non deve staccarsi accidentalmente.
(Lu.Mo.)
Denti e bambiniSi mastica meno:per colpa di merendine e dintorni i dentini cdei bimbi si rafforzano meno . Aumentano anche i casi di malocclusione (la chiusura errata dell'arcata dentale che può portare a disturbi della mandibola) e la presenza di carie per i troppi zuccheri.
(Lu.Mo.)