Ai saloni di Tokyo e Los Angeles l'auto del futuro-presente

Auto. Due saloni dell’auto nelle stesse date. Seguirli è stata una piccola impresa resa possibile dal fuso favorevole che ha consentito una presenza, sia pure rapida, ma nello stesso giorno, prima a Tokyo e poi a Los Angeles. Ne valeva la pena? Forse sì. Le novità non mancavano, alcune, fra l’altro, sono presenti ad entrambe le rassegne. A dimostrazione che quando lo show è garantito le Case automobilistiche sono pronte a qualsiasi sforzo…
Ma veniamo alle novità a cominciare da Tokyo e le sue concept davvero futuribili. La più intrigante? La Toyota FV2 (nella foto) senza volante e con il corpo di chi guida a dirigere la direzione di marcia. O come l'idea di Honda che con l’UNI-CUB anticipa il futuro della mobilità con un veicolo dotato della tecnologia Honda Omni Traction Drive System che permette di muoversi spostando il peso del proprio corpo. Niente male anche la proposta di Nissan che lancia la BladeGlider, una sportiva a tre posti, a “motore” elettrico, ma anche la nuova GT-R Nismo. Fra le novità decisamente più “normali” un crossover di Honda, Vezel, che anticipa l’erede della HR-V e Mitsubishi che presenta tre concept futuribili. Molto “creative” anche la presenza di Suzuki e di Subaru, mentre Lexus, il marchio di lusso di Toyota, presenta l'intrigante RC che è la versione coupé della berlina IS: sbarcherà anche in Europa in versione ibrida.
A Los Angeles, invece, le novità erano da record: 22 anteprime mondiali, alcune destinate a breve a debuttare in Europa. Come la nuova Mini e la BMW Serie 4 Cabriolet. Mentre Mercedes completa la gamma della Classe S con la S 65 AMG a 12 cilindri e svela una Suv compatta ad alte prestazioni, la GLA 45 AMG. Jaguar, invece, ha portato in Californiana la F-Type Coupè e Land Rover, la Range a passo lungo. Porsche espone in prima mondiale il suo nuovo crossover, Macan, disponibile inizialmente nelle versioni a benzina S e Turbo, entrambe equipaggiate con motori V6 sovralimentati, più la S Diesel con il turbodiesel 3.0 V6 da 258 CV. La Macan sarà disponibile presso i concessionari italiani dal 5 aprile 2014 con prezzi compresi fra 60.985 e 83.387 euro.
Fiat invece si lancia in una operazione nostalgia con la 500 Edition 1957, versione “vintage” del primo cinquino. Presenti in forze a LA i marchi coreani, con I loro modelli “premium”: Kia lancia la sfida del lusso con la berlina d'alto di gamma la K900, mentre Hyundai risponde con la nuova Genesis, destinato a diventare il marchio che identifica le vetture più di esclusive del costruttore coreano. Infine Subaru, una giapponese da esportazione che negli Usa è sempre più gettonata, fa debuttare al Salone di Los Angeles il suo modello “icona”, la WRX.
dall'inviato Corrado Canali