Fiat 595 Abarth Torna un classicissimo / IL VIDEO

Auto. A novembre si festeggia il compleanno del modello icona del marchio Abarth, la 595 che cinquant’anni. Per l'occasione la Casa dello Scorpione mette in mostra i suoi “gioielli”.
Lo fa sulla pista di “casa” del Gruppo Fiat a cui appartiene e cioè Balocco. “Per renderle il giusto tributo – spiega Marco Magnanini responsabile del marchio Abarth - al Salone di Francoforte abbiamo presentato la 50° Anniversario, la 595 più veloce di sempre, oltre che la più piccola supercar mai prodotta. Un modello esclusivo che dimostra ancora una volta la grande capacità del brand di guardare al futuro senza dimenticare il proprio passato”.
Dal 2007, l’anno della rifondazione di un marchio, nato nel lontano nel 1949, ad oggi, Abarth ha venduto nel mondo oltre 60.000 unità, di cui quasi il 95% vetture stradali. Per Abarth anche le Serie Speciali hanno sempre avuto un ruolo importante, con quasi 3.000 unità vendute a oggi e i kit di elaborazione, oltre 16.000. Inoltre ha siglato più di 30 partnership per lo sviluppo delle attività di merchandising. Non solo, dunque, Abarth è un modello di business che funziona, ma è anche la migliore conferma della dimensione globale di Abarth che è presente in oltre 31 Paesi ed è seguito sulla Global Page di Facebook da 800.000 fans e, con una presenza su tutti i più importanti canali social del web, raggiunge quotidianamente una media di 300.000 persone.
“Oggi poi – continua Magnanini - Abarth continua il suo percorso di crescita e lo fa  soprattutto fuori dai confini nazionali dove sfiora l’85% delle vendite totali. In Europa, ad esempio, l’interesse per Abarth è vivo soprattutto nei Paesi in cui la cultura dell’auto e la passione per la guida sono più radicate come l’Italia (15%), il Regno Unito (10%) e la Germania (9%). Mentre a livello globale più di una Abarth su dieci arriva fino in Asia, prevalentemente in Giappone, un mercato che nell’ultimo anno ha fatto segnare una crescita del 129%”.
Ma veniamo alla 50° anniversario che è prodotta in solo 299 esemplari e venduta al prezzo di 35.080 euro. In particolare, la livrea, reinterpretazione moderna dell’originale, il colore, i loghi storici del marchio e le grafiche sono dettagli originali Fiat Abarth 595 e tutti  realizzati a mano dai migliori artisti della "customizzazione" nelle Officine Abarth di Torino. Soluzioni che conferiscono alla vettura distintività e carattere, trasformandola in ”icona contemporanea”. Negli anni Sessanta la 595 si rivelò un immediato successo grazie alle sue straordinarie prestazioni, inusuali per una vettura così piccola, al è punto da diventare una vera e propria icona del brand. Una storia di record, di vittorie e di appassionati che hanno alimentato il mito di un'auto che rappresenta l’essenza di Abarth per quattro principali “valori”: “size”, visto che è la più piccola supercar in circolazione, “shape” perchè come tutte le Abarth Classic è bianca con la banda rossa, come la 595 “storica”. E ancora “speed” perchè è una vettura dalle prestazioni record, la 595 più veloce di sempre e infine ‘”spirit” anche se non vintage, perchè perfettamente in sintonia con la storia contemporanea.
Ecco dunque in sintesi le prestazioni della vettura. Il propulsore è un 4 cilindri 16 valvole da 1.368 cc sovralimentato con turbocompressore GT a geometria fissa da 180 CV che regala prestazioni esaltanti: coppia di 250 Nm a 5.500 giri in modalità Sport, velocità massima di 225 kmh, mentre l’accelerazione da 0 a 100 kmh avviene in meno di 7 secondi. Merito anche della funzione “over boost”, attivata dal pulsante “Sport” che agisce sulla mappatura della centralina e sulla pressione del turbo, oltre che sul carico al volante. Inoltre, il motore è abbinato al cambio meccanico elettroattuato “Abarth Competizione” con comandi al volante, che ne esalta le prestazioni coi ridotti tempi di cambiata.
Ma Abarth guarda avanti. “Nel 2014 – conclude Marco Magnanini potenzieremo il marchio Abarth, lavorando sull’evoluzione della piattaforma “racing”, oltre che sul rafforzamento della rete e soprattutto sul futuro della nostra gamma. Infatti, nei prossimi mesi alzeremo il livello della piattaforma di racing, entrando nel circuito del campionato mondiale WTCC con i nostri Trofei che saranno trasmessi per la prima volta da Eurosport in Europa. Nel frattempo aumenteremo anche la nostra vicinanza ai clienti, aprendo nuovi concessionari ed entrando in mercati importanti come Russia e Medio Oriente. Continuerà anche il rafforzamento della nostra offerta, con il progetto Fuoriserie, con il quale  proporremo sul mercato delle serie limitate Abarth rifinite e personalizzate praticamente a mano. Saranno vetture uniche che porteranno nel mondo delle auto compatte quella cura artigianale finora disponibile solo per supercar più grandi e più di lusso”. Tanti progetti che però non potranno prescindere dalla necessità di estendere la gamma che Abarth farà attingendo all’espansione della futura “famiglia” 500.
(Corrado Canali)