Caccia al Bosone di Higgs Quasi una spy story

A caccia del bosone di Higgs, Luciano Maiani, Romeo Bassoli, Mondadori Unoversità, p. 198, euro 17Dopo il Nobel a Englert e Higgs per la scoperta del bosone, vale la pena ripercorrere la storia rocambolesca della costruzione della macchina più grande del mondo, l'LHC, Large Hadron Collider, un anello di 27 chilometri a 100 metri di profondità nel territorio di Ginevra, trappola che nel 2012 ha permesso di “catturare” il bosone, confermando così la teoria. A raccontare come in una spy story in che modo governi e scienziati si siano messi in insieme dai tempi della guerra fredda in poi per realizzare questo grandioso progetto il fisico Luciano Maiani, per 5 anni direttore del Cern, Consiglio Europeo della Ricerca Nucleare e Romeo Bassoli, uno dei migliori giornalisti scientifici italiani, da poco scomparso.