Bce taglia costo del denaro sino al minimo storico

Roma. La Bce taglia il costo del denaro al minimo storico. Il Consiglio ha deciso di ridurre il tasso di riferimento allo 0,25%, il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento marginale scende allo 0,75%; quello sui depositi resta allo 0%. È il quinto taglio consecutivo, a partire dal settembre 2011, il quarto della presidenza Draghi. La scelta della Bce è motivata dal fatto «che a ottobre il calo dell’inflazione è stato più forte del previsto», ha spiegato Mario Draghi.
 
(Metro)