BMW, dettagli di classe per la nuova Serie 5 / IL VIDEO

Auto. Dopo sei generazioni e oltre 6 milioni di unità vendute in tutto il mondo, BMW rinnova la Serie 5 che pure invariata nelle dimensioni, si segnala all’esterno per pochi dettagli, a cominciare da un diverso disegno dei fari anteriori e, soprattutto, posteriori, ora più orizzontali e sportiveggianti. L’apertura e la chiusura dei portelloni ora è automatica e di serie.
Gli interni, sempre molto curati, sono cambiati di poco. Inoltre la possibilità di personalizzazione la vettura passa adesso attraverso gli allestimenti Line,  Modern, Luxury e M Sport Package. Solo per il mercato italiano si aggiunge anche la Line Business, che offre di serie il cambio automatico, un navigatore semplificato e la connessione Drive, versione molto apprezzata dalle  aziende, ma disponibile anche per i privati. Anche la Serie 5 beneficia ora della seconda generazione del Connected Drive, introdotta dalla Serie 4 Coupé: le funzioni disponibili sono ricchissime e comprendono email, agenda e rubriche anche con comandi vocali. Disponibile anche un “concierge service” che può prenotare in tempo reale un hotel. La connessione ad Internet si è evoluta ed è aumentato il numero delle App a disposizione.
Le nuove Serie 5 possono contare anche sul Driving Assistant Plus, che controlla, grazie ad un radar l’avvicinamento ad un veicolo che precede, predisponendo la vettura alla frenata di emergenza e che, poi, avvisa del superamento involontario della riga di mezzeria. Interessante anche la funzione antiabbagliante: è possibile infatti mantenere gli abbaglianti accesi anche se si incrocia un altro veicolo, che viene automaticamente inserito in un cono d’ombra. Da novembre arriverà anche il “Traffic jam assistant”, in pratica un primo esempio di pilota automatico. Anche il “mouse” che sul tunnel comanda l’iDrive è completamente nuova e ha una superficie “touch” che può essere usata, appunto, come un mouse o per digitare una lettera.
I motori adesso sono tutti Euro 6 ed alla apprezzata gamma diesel e benzina si aggiunge l’interessante “entry level” 518d, un 2000 cc da 143 CV che promette consumi medi di 4,5 litri per 100 km. Per quasi tutti i modelli della nuova Serie 5, comunque per 19 di essi, è disponibile la trazione integrale xDrive. Infine i prezzi? L’aumento dell’Iva al 22% ha costretto BMW ad un calcolo decimale che ha reso i listini seppi di virgole. Volendo, però arrotondare, si può dire che la nuova BMW 518d berlina parte da un prezzo di 43.750 euro e ancora che la nuova  Touring con lo stesso motore costa da 46.300 euro in su, mentre la nuova GT che parte dal 520d è in vendita ad un prezzo a partire da 54.650 euro.
(Corrado Canali)