Ford la Mondeo ha 20 anni Nel 2014 quarta generazione / IL VIDEO

Auto. Quella che è da considerarsi l’ammiraglia Ford, la Mondeo spegne 20 candeline. Era il 1993, infatti, quando il costruttore americano, nell'ambito di un forte programma di investimenti quinquennali, presentò al pubblico del Salone di Ginevra la prima generazione della berlina destinata a sostituiva la Sierra. Da allora ne sono state vendute oltre 4,5 milioni di unità vendute in tutta Europa.
La Ford Mondeo di prima generazione fu una delle prime auto della categoria ad essere dotata di serie dell’airbag per il conducente mentre erano disponibili a richiesta l’airbag per il passeggero, il controllo di trazione, l’Abs, le sospensioni a smorzamento adattivo e il servosterzo.
Sette anni più tardi, nel 2000, fu lanciata la seconda serie che annoverava fra i dispositivi tecnologici l’innovativo Intelligent Protection System, una serie di sensori capaci di calcolare le caratteristiche di sicurezza da attivare in caso d’incidente.
La terza generazione, erede del nuovo corso stilistico denominato Kinetic Design, fu lanciata nel 2007: esordirono in quella occasione il cruise control adattivo, il Ford Easy Fuel che evitava errori nel rifornimento di carburante e l’Interactive Veichle Dynamic Control cioè le sospensioni attive.
La Mondeo fu aggiornata nel 2010 tanto nel design quanto nelle tecnologie con l’introduzione dei motori EcoBoost e di nuovi sistemi di assistenza alla guida.
La quarta generazione della Ford Mondeo merita, invece, un capitolo a parte. La nuova berlina “globale”, che ha già debuttato in America e in Asia, arriverà in Europa in ritardo rispetto a quanto inizialmente programmato e soltanto a fine 2014 per dei lavori di ammodernamento della fabbrica di Valencia, necessari dopo la chiusura dell’impianto belga di Genk. Più filante nelle linee con i fari sottili e allungati anche full led e la mascherina trapezoidale, la nuova Mondeo potrà essere ordinata anche con il piccolo 1000 cc EcoBoost a tre cilindri e con nuovi sistemi di sicurezza: le cinture posteriore gonfiabili, il monitoraggio dell'angolo cieco e il sistema per il mantenimento della corsia e l'Active City Stop che evita i tamponamenti fino ai 15 kmh.
(Corrado Canali)