L'arte del corteggiamento in via di estinzione

Quali sono oggi le regole del corteggiamento? E quali sono i limiti da rispettare perchè non finisca in molestia? Vedi il caso di una studentessa di Urbino che di recente ha denunciato il suo professore che le ha inviato un biglietto d'amore che  lei indignata lo ha fotocopiato e diffuso in rete. Ne parliamo con Massimo Lolli, romanziere autore di “Le cinque regole del corteggiamento”, romanzo dove il protagonista fonda “La società dei promettenti falliti” per uno studio sistematico del corteggiamento per salvarsi da un futuro senza ragazze…
Massimo Lolli, cosa deve fare oggi il corteggiatore cortese o non molesto? Oggi si corteggia di meno rispetto a un tempo anche per la liberazione sessuale e  l'emancipazione della donna. Il maschio preferisce accrescere la propria appetibilità sociale - presenza fisica, visibilità,  reddito, cultura - e dunque  farsi “cooptare” dalle donne piuttosto  che corteggiare.
Triste! Ma almeno ci aiuti a riconoscerli i pochi maschi della specie “corteggiatore”.Ce ne sono di tre tipi: i seduttori, che usano il corpo, i corteggiatori tout court, che usano la parola, e quelli con la Simca mille. Individui socialmente ripugnanti che puntano esclusivamente sulla buona educazione, su una ferrea tenacia, e un' incrollabile perseveranza.Cosa invece non deve mai fare un corteggiatore? Mai parlare di sè, se non in chiave umoristica e canzonatoria, ma rispondere alle domande di lei, mai fare domande su di lei, sempre fare domande su quello che lei dice. Infine, come si  fa a capire se un  corteggiamento ha il germe della molestia? Se il molestatore  ha potere, la donna è fortunata nella sventura. Il molestatore potente è incontinente e la molesterà al primo incontro. Se il molestatore non ha potere, è più difficile smascherarlo. Antonella Fiori