Ritorna il festival che unisce tutte le arti

Festival. La settima edizione di Teatri di Vetro, in programma a Roma dal 21 al 30 aprile, si apre alla pluralità dei linguaggi artistici contemporanei: performing art, teatro, danza, videoteatro, arti visive, musica e audiodocumentari partecipano e modificano il paesaggio attraverso un dialogo continuo e vivace. La settima edizione si focalizza sulle drammaturgie contemporanee, affiancando artisti come la Compagnia MusellaMazzarelli/ Teatro Stabile delle Marche, Andrea Cosentino, Carrozzeria Orfeo, Quotidiana.com, a giovani formazioni Leviedelfool, Clinica Mammut, FarmaciaZooè, alle azioni performative di Giulio Stasi/Rosabella Teatro, Irene Mattioli/ Christiane Hommelsheim, Fedra Boscaro/Tommaso Arosio.Per il videoteatro e la videodanza, agli artisti selezionati tramite bando, Matteo Maffesanti/Alessandro Sciarroni e Robin Zom/Annika Pannitto, si aggiunge la mostra personale di Filippo Berta con tre video installati nel foyer del Teatro Palladium di Garbatella. Camera 21 dedica un video documentario alla memoria in occasione della festa della Liberazione.La sezione musica indaga sul costante rapporto che esiste tra l’analogico e il digitale, aprendo al Forte Fanfulla con Aidoru, Calbucci/Carcasi/Giorgi, Mui e Cabeki, attraversando i lotti della Garbatella con le incursioni audiovisive di Muvic e K-Conjog/Francesco Lettieri e chiudendo alle Fonderie Digitali del Mandrione con le performance vocali e sonore di Mushy e Olympian gossip/ Simone Pappalardo e Tiziana Loconte. La sezione dedicata all’audiodocumentario d’autore programma tre opere di Ornella Bellucci offrendo l’ascolto live di reportage tra attualità e memoria storica. Il Festival s chiuderà il 30 aprile con il reading musicale “Scarpette rosse” a cura di Ruotaliberateatro, lo spettacolo ispirato alla realtà  dei meninos de rua che nel 1992 vinse ilpremio  Eti Stregagatto. Gli spettacoli si volgeranno tra il teatro Palladium, il Centrale Preneste, il Forte Fanfulla, le Fondrie Digitali e i Lotti di Garbatella. Info: 0645443050 (teatridivetro.it). 
 
(Barbara Nevosi)