Attentato a Boston Allerta nella Capitale

Con le tre esplosioni che hanno insanguinato lunedì la Maratona di Boston, torna l'incubo terrorismo anche a Roma. Sono decine gli obiettivi sensibili statunitensi, blindati e presidiati dagli uomini delle forze dell'ordine. È l'intensificazione dei controlli disposta ieri da un'ordinanza del Questore, dopo l'attentato nella maratona.
I controlli riguardano gli aeroporti, le università statunitensi, gli uffici delle ambasciate americane, il consolato e la residenza dell'ambasciatore. E sono decine gli uomini delle forze dell'ordine impiegati nella Capitale in supporto a quelli già presenti.
Ieri gli organizzatori della Maratona di Roma (che si corre a marzo) hanno voluto manifestare la loro vicinanza con le vittime dell'attentato. Il sindaco Alemanno, unendosi al cordoglio ha spiegato che dalle autorità non sono mai arrivate segnalazioni di rischi per questo tipo di eventi sportivi nella Capitale.
(Metro)