Report, Alemanno replica in video

Undici minuti per rispondere alle accuse di corruzione e collusione con la criminalità organizzata dell'ex ad di Eur s.p.a. Roberto Mancini (ex braccio destro del sindaco) per gli appalti della metro C.
Accuse mosse dalla trasmissione Report andata in onda su Rai3 domenica sera, respinte ieri da Alemanno in un video postato sul suo blog. Il sindaco ha difeso l'operato della sua amministrazione in termini di criminalità, spiegando come nel 2012 siano calati omicidi e rapine, e ricordando che la prima grande operazione antimafia a Roma risale al 2009, primo anno del suo mandato, concludendo che gli interessi della criminalità organizzata hanno radici antiche.
Nel ribadire che querelerà la Gabanelli, Alemanno ha spiegato che in realtà aveva dato a marzo la sua disponibilità a realizzare un'intervista per Report, ma a condizione di visionare prima i servizi realizzati «per poter ribattere in condizioni di parità, e non per affrontare un processo». Anche il vicesindaco Belviso ha annunciato querela per diffamazione contro Report.
La trasmissione aveva raccontato la presenza di imprese legate alla malavita, attive nei cantieri della metro C. Alemanno non è entrato nel merito, spiegando che lo farà nei prossimi giorni con un documento che confuterà punto per punto le accuse della trasmissione.
Il sindaco ha spiegato che anche rispetto ad altre vicende giudiziarie (in primis l'inchiesta sulle tangenti per i bus all'Eur che vede coinvolto Riccardo Mancini), «l'amministrazione non è indagata. Si tratta di cose arcinote, tirate fuori in piena campagna elettorale da una trasmissione del servizio pubblico». Alla querela per diffamazione promessa da Alemanno si unirà quella annunciata ieri dal vicesindaco Sveva Belviso.
(Metro)