Vi presento... Carrie anni 80

Londra. Eric Daman ha lavorato come assistente di Pat Field quando si trattava di vestire Carrie Bradshaw in “Sex and the City”. Oggi il costumista sta vestendo Carrie un'altra volta - anche se questa volta si tratta di Carrie teenager, in una versione anni Ottanta, perché la serie The Carry Diaries ("Il diario di Carrie") è un prequel. Daman ci parla di come ha creato questo guardaroba da adolescente anni Ottanta.
Il guardaroba aveva veramente un ruolo importante in “Sex and the City”,  dava carattere alla serie. Quanto si è sentito sotto pressione nel rifornire l'armadio della giovane Carrie, nella serie di adesso?In verità ero abbastanza stressato all'idea di dovermi assumere un compito così impegnativo. Ma mi ha mandato in estasi il fatto di essere riuscito a infondere nuova vita in una icona fashion così straordinaria. La parte migliore, per me, è stata quella di rivivere l'angoscia degli anni della crescita, di quando ero un adolescente del Midwest che negli Eighties sognava di andare a stare a New York.Lei ha lavorato con entrambe le Carrie - Sarah Jessica Parker e AnnaSophia Robb. In cosa differiscono, le due Carrie, per quanto riguarda le loro scelte modaiole?I loro approcci sono molto diversi. Dobbiamo ricordare che questa Carrie è una teenager che frequenta la scuola pubblica. Resterà fedele al suo stile stravagante, che si è creata da sola, senza arrendersi alle mode prestabilite. In questo senso c'è una somiglianza.Riesce a immaginare che AnnaSophia possa diventare una tipa che fa moda fuori dal set, come avvenne con Sarah Jessica Parker nel corso dello show originale?AnnaSophia è arrivata con gli occhi sgranati, la mente aperta e una gran voglia di moda. Per quanto riguarda lo stile si è parecchio affidata a me, mi ha chiesto di aiutarla a diventare Carrie Bradshaw. Non penso che la vedremo fuori dal set con un vestito anni Ottanta. Ne ha avuto già abbastanza durante le riprese. Ma mi aspetto di vederle fare qualche passo verso la moda, quando comincerà a incarnare l'icona di stile che si accinge a diventare.
Che stilisti indosserà Carrie nel 2013?Abiti di couture mescolati con abiti americani di tutti i giorni. Indosserà cose di Georges Chakra, Jenny Packham, Phillip Lim, Alexander Wang e Rag & Bone. E naturalmente qualche capo vintage di Bill Blass, Balmain, Geoffrey Beene e André Courrèges.Carrie è diventata famosa per la sua collana con il nome e le sue scarpe Manolo. Mi elenca qualche accessorio importante e qualche capo di abbigliamento che sta usando proprio ora in “The Carrie Diaries”?Una borsa personalizzata Carrie di Mark Cross, un pendant con la lettera "C" di Alex Woo e un abito da festa nero a pois (un capo vintage originale anni 80, di Scasi) che Carrie indossa per la sua prima uscita serale a New York.
(Romina McGuinness, Metro World News)