Cremonini lancia la teoria dei colori

Roma. «Forse queste canzoni sono una reazione più o meno inconscia al periodo difficile che tutti stiamo vivendo, alle difficoltà che, giorno dopo giorno, macchiano l’esistenza di ciascuno di noi. È un album in cui ho voluto far combaciare tutti gli aspetti della mia personalità». Queste le parole di Cesare Cremonini per introdurre il suo nuovo lavoro discografico “La teoria dei colori”, album uscito lo scorso maggio, che l’ex Lunapop presenterà in concerto domani sera, alle 21, al Palalottomatica dell’Eur.
Ci serve il lato comico
Con l’ultimo disco il cantautore bolognese si è confermato come una delle migliori firme della scena musicale italiana contemporanea, capace di mettere a nudo la sua anima attraverso un’originale miscela di melodia e pop/rock di matrice anglosassone. Ad anticipare l’uscita dell’album il singolo “Il comico”, che con la forza del suo testo è una sorta di manifesto del disco. «L’ho scelto come brano di lancio - spiega Cesare  Cremonini - perchè il comico è una figura centrale della nostra impalcatura sociale, da Totò fino a Benigni. Se ci pensate, anche nelle tavolate di amici c’è sempre chi fa battute e sdrammatizza. Dopotutto uno dei tanti valori aggiunti del popolo italiano è la capacità di fare ridere anche quando è assai difficile riuscirci».
 
(Stefano Milioni)