Arriva Ethnicus, il Festival delle Culture Migranti

Roma – Per la prima volta a Roma Ethnicus-Festival delle Culture Migranti, dedicato alla cultura, alla conoscenza delle differenze e degli incroci fra etnie e tradizioni. Appuntamento domani dalle 19 alle 23 al Centro Aggregativo Apollo 11 (via Conte Verde 51) con la rassegna nata nel 2005 da un'intuizione di Tore Usai, leader di Pensamentus e fino al 2008 direttore del festival, che dopo 7 edizioni in Sardegna è costretto a emigrare a Roma a seguito dei tagli che hanno colpito i finanziamenti per i progetti per l'integrazione sociale.
Ricca di sorprese l'ottava edizione, diretta da Rocco de Rosa. Già 30 sono gli artisti di diversa nazionalità che hanno aderito all'appello lanciato solo 15 giorni fa dagli organizzatori del festival e che parteciperanno alla serata offrendo il loro contributo artistico in forma totalmente gratuita. Sul palco fra gli altri Badara Seck, Andrea Satta (nella foto), Miriam Meghnagy, Canio Loguercio, Cantodiscanto, Acustimantico, Madya Diebate, Teatro di Nascosto, Lidia Riviello, Giuseppe Boy, Licia Esposito, Ehsan Mehrbakhsh.
 
(Stefano Milioni)