Aggrediti nel parco "Raid neofascista"

Torna la violenza politica. Un gruppo di giovani di sinistra partecipanti a una festa nel parco di Aguzzano, a Talenti, ha denunciato di essere stato aggredito lunedì notte con caschi e bastoni da una ventina di neofascisti: alcune delle vittime sono state costrette a far ricorso alle cure del pronto soccorso. Immediata la presa di distanza di CasaPound e Blocco Studentesco, i cui militanti secondo alcuni testimoni avrebbero preso parte al raid. La festa era stata organizzata da studenti e dai centri sociali della zona.
Ieri pomeriggio a Montesacro c’è stato un corteo contro il raid, organizzato da studenti e giovani dei centri sociali. In 200 sono partiti da piazza Sempione, dietro allo striscione con sopra scritto “I fascisti aggrediscono, Alemanno li protegge”. La manifestazione si è sciolta intorno alle 17 creando qualche disagio al traffico.
I militanti di Casapound ieri hanno respinto le accuse attraverso un comunicato: «Siamo totalmente estranei all’episodio. Chi vuole tirarci in mezzo a queste vicende lo fa con il solo intento di gettare discredito sul nostro movimento e tentare di negarci l’agibilità politica in un anno, quello delle elezioni amministrative, di vitale importanza per la politica della città di Roma».
"Nessuna spirale"«Esprimo la mia ferma condanna. La violenza va combattuta in ogni sua forma, dobbiamo evitare qualsiasi spirale di violenza politica che può riportare indietro negli anni la nostra città». Lo ha detto ieri il sindaco Gianni Alemanno, aggiungendo: «Posso tranquillizzare il presidente della Provincia, Nicola Zingaretti: Roma non sta vivendo nessun incubo».
Zingaretti aveva commentato così l’aggressione: «Roma deve uscire da questo incubo della violenza che la sta avvelenando. Deve voltare pagina e tornare a essere la città aperta e solidale che conoscevamo».
(Metro)