Cade un vaso dal balcone Ucciso in strada a 13 anni

Ucciso da un vaso che precipita dal sesto piano di un appartamento. È morto così, dopo un’agonia di alcune ore al San Giovanni, un bambino di 13 anni. Il ragazzino camminava a piedi con sua madre, in via Appia Nuova, quasi all’angolo con piazza Re di Roma.
La donna, 50 anni, era accanto a lui quando il vaso, un oggetto di medie dimensioni, lo ha centrato in testa. Il bambino è crollato con uno squarcio alla testa, mentre la donna urlava dalla disperazione e i tanti passanti cercavano di soccorrerlo in attesa dell’ambulanza.
Sul posto sono accorse anche le volanti e gli agenti del commissariato San Giovanni,guidati da Federico Gazzellone. Gli investigatori sono risaliti all’appartamento da cui è caduto il vaso. Un’abitazione in cui vive una coppia di anziani coniugi, che al momento dell’incidente era fuori casa. Ma il davanzale su cui era sistemato il vaso è molto vicino a uno studio pediatrico. Gli agenti sono al lavoro per stabilire se per caso qualcuno, magari proprio un bambino, abbia spostato il vaso.
Lo studio medico era affollato nel momento in cui il vaso è precipitato. Per il momento l’accusa contro ignoti è di omicidio colposo. La famiglia del 13 enne ha già avviato le pratiche per donare gli organi. Ieri in serata il Comune ha espresso il suo cordoglio per voce del vicesindaco Sveva Belviso.
(Paolo Chiriatti)