Millelire, un teatro per sognare ancora

Roma – In tempi di crisi economica e di incertezza chiunque investa sulla cultura, aprendo addirittura al pubblico una sala teatrale, potrebbe sembrare un alieno. Forse e' quello che molti penseranno di Lorenzo De Feo e Antonio Lupi, direttori artistici del neonato Teatro Millelire, nuovo spazio per la drammaturgia in via Ruggero di Lauria (zona P.le Degli eroi). Inaugurata a giugno, la struttura da 90 posto più foyer e caffetteria scalda i motori per la sua prima stagione che parte l'11 con "I Demoni del paese delle meraviglie", originale rilettura della favola di Alice scritta e diretta da Daniel De Rossi.
Cartellone ricco quello del Millelire che schiera  23 spettacoli conditi da ulteriori appuntamenti con musica, arte, letteratura e  mostre di fotografia e di pittura nel foyer intitolato a Julio Solinas. Gli autori in scena sono quelli contemporanei: da Natalia Ginzburg ("Dialogo" regia Giuseppe Tesi dal 25 al 30)a David Foster Wallace, Harris Freedman passando per Pier Vittorio Tondelli, Raymond Quneau, Lella Costa, Annibale Ruccello, Colette Freedman. Le compagnie che si alterneranno in scena arrivano da Pistoia, Foggia, Latina.
Le tematiche trattate in scena vanno dall'omosessualita' all'olocausto visto dalle donne, e non mancheranno gli omaggi a grandi personaggi del teatro come Giuseppe Patroni Griffi (16-21 ottobre "La morte della bellezza"), della letteratura ("Bukowski. A night with Hank" 8-13 gennaio),  della danza ("Cajkovskij" dal 12 febbraio al 3 marzo), della politica come Teresa Mattei, unica donna della Costituente che Togliatti volle a Roma nel PCI ("DiFattoTeresa" dal 5 al 10 marzo).
Infotel. 0639751063 www.millelire.org 
(Barbara Nevosi)