E' tornata la moda floreale I consigli dell'interior designer

Decori. La moda floreale imperversa. Parliamo con un’esperta che ci insegna a “potare” il look alla perfezione. La vita in mezzo ai fiori sta vivendo una sua resurrezione. La “reputazione” dei fiori come possibile decorazione d’interni è stata “infangata” per anni, li si accusava di essere troppo leziosi. Detto questo, il floreale di recente ha conosciuto un nuovo boom, e abbiamo a disposizione stili botanici moderni, in abbondanza.. Per evitare di essere sopraffatti da questa moda, la designer di interni Rosemary Ridgway ci offre qualche consiglio opportuno.Effetto festone?NoRidgway dice: «Usare i fiori come elemento ricorrente, invece che decorarci i divani, è uno schema decorativo abbastanza datato. Tra due anni guarderai quel che hai fatto e ti chiederai perché lo hai fatto.» Per evitare di vivere in una specie di giardino fiorito, le alternative comprendono accessori come cuscini, fiori veri o finti perché - siamo onesti - nulla batte l’articolo che si trova in natura.Crescere sul muroVivere in una stanza interamente floreale vi farebbe venire il mal di testa. Dice Ridgway: «Non sono mai state la mia passione, ma io potrei anche studiare una parete a effetto. Fiori e viticci  possono fare una gran figura, in un ingresso».Parola d’ordine: osareLe passerelle delle collezioni femminili della primavera-estate 2012 erano piene di motivi floreali e il design di interni le ha seguite a ruota. «Ma è ovvio, la moda e l’industria della decorazione d’interni sono strettamente legate - vedo che io stessa tendo a vestirmi e ad arredare le case secondo un’estetica simile», spiega Ridgway. E adesso è il momento di osare con i colori, come dice la designer: «Sto lavorando con fiorami più vistosi e disegni giganti, e talvolta i clienti inizialmente restano un pò intimiditi, ma a mio parere più si osa e meglio è.» Schemi cromatici«Gli schemi monocromatici possono funzionare. Ho lavorato con foglie di acanto e rotoli di carta da parati rococo, elementi entrambi delicati ma ancora abbastanza mascolini», dice la fondatrice dello studio di design architettonico e d’interni April Hamilton. «Questo forse può risultare di gusto un pò troppo grecheggiante per la maggior parte degli uomini, ma c’è un’alternativa. Si possono aggiungere dei motivi topiari o silvestri in seppia o nero, per un tocco moderno. D’accordo, non è proprio una decorazione rigorosamente floreale, ma può andare bene come elemento architettonico in una camera da letto».
(Richard Peckett/mwn)