Silverstone: Alonso beffato ma resta leader mondiale

Fernando Alonso cerca la  fuga mondiale, Mark Webber lo acciuffa e lo supera. Il pilota australiano della Red Bull trionfa a Silverstone e, con un sorpasso a meno di 4 giri dalla fine, sfila il Gp di Gran Bretagna dalla bacheca del ferrarista. Il pilota spagnolo del Cavallino domina la gara dal primo al 48° dei 52 passaggi: sul più bello, viene mollato dalle gomme e deve alzare bandiera bianca.    Il secondo posto è comunque un risultato positivo che consente all’asturiano di mantenere, più o meno saldamente, il primato nel Mondiale: 129 punti contro i 116 di Webber e i 100 di Sebastian Vettel, terzo davanti al redivivo Felipe Massa. Il piazzamento del brasiliano, alla miglior prestazione stagionale, è un’altra ottima notizia per il Cavallino: quando il campionato si avvicina a metà del calendario, finalmente Maranello può contare su due piloti nel braccio di ferro iridato con la Red Bull, sempre tra leader tra i costruttori (216 punti contro i 152 della Ferrari salita dal quarto al secondo posto). Soddisfatto comunque Alonso a fine gara: «Sono contento, la monoposto è andata bene a Valencia e ha fatto lo stesso qui, su un tracciato completamente diverso. La F2012 sembra davvero funzionare, sono soddisfatto per i progressi che abbiamo fatto. Dobbiamo fare solo un altro passo avanti per chiudere il gap con la Red Bull. (metro)