Via le baracche da Tor di Quinto

Lo sgombero del campo nomadi era stato annunciato da tempo, ieri mattina le ruspe sono entrate in azione in via del Baiardo, a Tor di Quinto, e hanno abbattuto le 70 baracche dove vivevano circa 300 persone. C’era anche il sindaco Alemanno, che ha ribadito le intenzioni del Comune su tutti gli insediamenti “tollerati”, vale a dire quelli che esistono da tempo ma che non sono stati riconosciuti dall’attuale amministrazione comunale.
«Il campo di Tor di Quinto bloccava la pista ciclabile ed era in una zona di esondazione: l’Autorità delle Acque ci ha chiesto di fare questo sgombero. Tra l’altro il campo era in un territorio del ministero dell’Economia, che qui realizzerà un centro sportivo per i suoi dipendenti» Ha spiegato il sindaco, che ha aggiunto: «Tutti gli abusivi, circa 150 persone, dovranno lasciare l’Italia. Gli altri andranno nel campo attrezzato della Barbuta. Proseguiremo gli sgomberi per tutto luglio e tutto agosto».
(Metro)