Renault, a settembre la nuova Clio La quarta generazione di un classico

Prime foto ufficiali della nuova Renault Clio in attesa del debutto previsto al Salone di Parigi (29 settembre-14 ottobre). La nuova Clio, basata su un'evoluzione della piattaforma esistente, si è di conseguenza trasformata e ora mostra linee più decise, ma anche sportiveggianti: il frontale è dominato dalla losanga di grandi dimensioni e dai gruppi ottici con luci a Led separate, mentre la fiancata maschera la presenza delle portiere posteriori con la linea di cintura ascendente e le ormai consuete maniglie nascoste. Nella parte posteriore, i gruppi ottici a sviluppo orizzontale danno risalto ai parafanghi muscolosi, ma molti dettagli concorrono a rafforzare l'immagine grintosa della Clio: le minigonne, la ridotta altezza da terra, le carreggiate larghe, i pneumatici ribassati e la riduzione degli sbalzi sono tutti interventi voluti dallo stilista olandese per affinare l'immagine della due volumi, indipendentemente dalla motorizzazione scelta. Le foto ufficiali mostrano l'inedita tinta Rosso Passion, una delle otto disponibili al lancio. Rispetto a quanto fatto da tanti altri Costruttori, la Renault ha quindi deciso di rompere con il passato, creando una nuova identità per il modello, che si distingue anche per importanti novità di carattere tecnologico. I clienti dell’utilitaria francese potranno, infatti, apprezzare la nuova generazione di propulsori a tre e quattro cilindri, il sistema multimediale T-Linl con connessione web e una serie di accessori fino a poco tempo fa riservati a vetture di categoria superiore, come l'Easy Access System II, la retrocamera e il cambio a doppia frizione. Nel dettaglio, la gamma vedrà il debutto del tre cilindri benzina sovralimentato di 900 cc Energy TCe con Start&Stop, da 90 CV e 135 Nm di coppia a 2.000 giri, il 90% della quale già disponibile fin da 1.650 giri. Con il nuovo motore, la Clio dichiara una media di 4,5 l/100 km e 105 g/km. In alternative sarà inoltre disponibile il quattro cilindri di 1200 cc TCe da 120 CV e 190 Nm, abbinato alla trasmissione a doppia frizione EDC, del quale i dati sono ancora in corso di omologazione. Per i diesel saranno disponibili il 1500 cc dCi da 90 CV e 220 Nm con Start&Stop, piuttosto "risparmioso", visto che ha un consumo dichiarato di 3,4 l/100 km e 90 g/km di CO2.
(Corrado Canali)