Mezzi i ciechi discriminati

Torino laquo Vergognose e discriminatorie raquo Non usa mezze parole Enzo Tomatis il presidente dell Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Torino nel giudicare il nuovo regolamento del servizio di trasporto destinato a persone assolutamente impedite all accesso e alla salita sui mezzi pubblici Ed egrave per questo motivo che l laquo Uici ha deciso di presentare un ricorso al Tar raquo laquo Con il nuovo regolamento comunale che riforma completamente il servizio di trasporto disabili sostiene Tomatis egrave stata messa in atto una vera e propria discriminazione che ha creato disabili di serie A e disabili di serie B raquo I motivi di questo ricorso sono molteplici a cominciare dal fatto che l uso del mezzo attrezzato da parte dei disabili motori egrave subordinato al pagamento di una somma pari all importo del biglietto di corsa semplice sui mezzi pubblici mentre i ciechi che si servono dei mezzi ordinari devono pagare importi via via sempre pi ugrave alti in base al proprio reddito laquo In questo modo ndash continua Tomatis per ograve ai non vedenti viene praticamente precluso il diritto a servirsi del trasporto disabili organizzato dal Comune in quanto il costo a differenza di coloro che si servono dei mezzi attrezzati sar agrave quasi totalmente a loro carico L introduzione di un tetto di reddito troppo stringente rappresenta per i non vedenti un ingiustificato impedimento alla vita di relazione e all assunzione di impegni primo tra tutti il lavoro raquo Rebecca Anversa