La nuova Mercedes GLK Il Suv in vendita da venerdì

La nuova generazione della Mercedes GLK sembra avere tutte le carte in regola per affrontare l’agguerrito settore dei SUV che da noi continua a proliferare. La prima notizia è che il look è stato rivisitato e conferisce "un'immagine di maggiore appeal". Linee decise, ampie superfici piane e la zona liscia e voluminosa del frontale e della coda sono in armonia con i tipici tratti distintivi della vettura che si esprimono anche attraverso sbalzi corti, frontale perpendicolare, montanti del tetto snelli, parabrezza spiovente e linea del tetto decisa. La conformazione della carrozzeria non è un esercizio stilistico fine a se stesso, quanto un modo per trasferire i tipici vantaggi dei SUV compatti. Il paraurti posteriore conferisce alla coda della GLK un'immagine sportiva e al tempo stesso raffinata. Qui si notano in particolare i terminali di scarico cromati di serie. I gruppi ottici posteriori sono stati completamente rinnovati dai designer dal punto di vista sia estetico che funzionale, e attraverso l'utilizzo di fotoconduttori e LED, la coda della GLK presenta un design notturno unico nel suo genere e caratteristico, ulteriormente sottolineato dalla nuova luce della targa.
I prezzi: a partire da 35 mila euroLe novità proseguono nell'abitacolo. I designer Mercedes hanno completamente ridisegnato la plancia: un'ampia modanatura in alluminio o in legno, a richiesta, si estende su tutta la larghezza, con un effetto ancora più armonioso. Il quadro con tre strumenti circolari è dotato di display a colori di serie per la versione Premium ed a richiesta per Sport. I modelli con cambio automatico a sette marce 7G Tronic dispongono della leva del cambio Direct Select sullo sterzo. I sistemi di assistenza alla guida, già noti sui modelli Classe S e Classe E, permettono di viaggiare a bordo della nuova Classe GLK in condizioni ottimali, ponendo il SUV ai vertici del segmento di riferimento. La gamma di motori prevede sei diesel e un benzina. Prezzi a partire da 35.730 euro.
(Corrado Canali)