L'appello di Nosiglia "Diamo lavoro ai giovani"

città Trovare insieme, imprenditori, parti sociali e istituzioni, «vie concrete per evitare in questi  tempi difficili dolorose chiusure, percorrendo soluzioni innovative che salvaguardino comunque il lavoro». È l’invito rivolto  ieri dall’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, nell’omelia  della festa di San Giovanni. «Il capitale più prezioso che va posto  in primo piano non è quello economico, ma quello umano», ha aggiunto,  sottolineando come «il lavoro è elemento centrale, la cui mancanza porta inesorabilmente con sè uno scivolamento verso forme di esclusione sociale». Nosiglia ha anche invitato tutti a un impegno forte verso i giovani. Infine, l’arcivescovo ha invocato «strumenti che agevolano l’incontro tra domanda e offerta di alloggio da parte di proprietari. Occorre superare il timore e scommettere sulla possibilità di ridare fiato al mercato a prezzi calmierati». (Metro)