Intervista: Vicini si vota a Buffon "Balotelli? Stiamo a vedere"

Azeglio Vicini è uno dei grandi vecchi del calcio italiano a cui ha dedicato una vita. É stato commissario tecnico della nazionale che, con lui, ha conquistato il 3° posto a Italia 90. In azzurro ha lanciato giocatori come Walter Zenga e Roberto Donadoni, poi divenuti pilastri dell'Italia calcistica per tanti anni.Signor Vicini un giudizio sull’Italia di Prandelli...Il nostro ct ha un gruppo valido, con giocatori di livello assoluto come Buffon, Pirlo e Cassano.E Balotelli?Io penso che una squadra per vincere debba avere una dose di buona sorte dalla sua e poi un portiere e un centravanti di valore assoluto. Buffon non sbaglia mai una partita, Balotelli deve dimostrare in una competizione così quello che davvero vale. L'ho osservato quando aveva 16/17 anni, aveva delle potenzialità enormi. Ora ha l'occasione per dimostrare quello che vale davvero.Lei non è  un difensivista...Mi è sempre piaciuto vincere, perchè questa è l'essenza del calcio, giocando a viso aperto, ma di fronte ad un avversario più forte, bisogna avere la giusta umiltà e magari batterlo sapendo di non valerlo. Anche questa è bravura   e qui  la  fortuna non c'entra proprio nulla. (C.Cr.)