Asili esternalizzati 300 posti a rischio

Nove in tutto, così come deliberato lunedì. Il comune  ha comunicato i nove nidi che da settembre verranno dati in concessione ai privati per gli anni 2012-2013 e 2013-2014 (quelli delle vie Maria Vittoria,_Barletta, Fenoglio,_Coppino, Roveda, Ventimiglia, e di corso Mamiani, Ciriè, Sicilia).
Si conclude così una dura battaglia, segnata dalla protesta sotto le finestre di Palazzo Civico delle educatrici, il cui posto di lavoro è appeso a un filo. Il Comune ha ribadito che la concessione ai privati è una scelta obbligata per i vincoli che impediscono di assumere personale a tempo determinato, e quindi di rinnovare i contratti a termine in scadenza a giugno. In ballo, i posti di  300 educatrici.
Si cercherà di tutelare le lavoratrici attraverso il bando per assegnare il servizio: in pratica alle società che parteciperanno al bando verrà attribuito un punteggio superiore se assorbiranno personale che ha già lavorato per il Comune. Quindi anche maggiore possibilità di aggiudicarsi l’appalto. Ma tutto ciò non basta a placare la rabbia delle educatrici che rinfacciano al sindaco di non aver ascoltato le loro proteste e di aver fatto scelte a senso unico.
(Rebecca Anversa)