Rifiuti, Clini punta su Monte Carnevale

Roma – «Penso che Roma sia stata viziata dall'esistenza di una discarica capiente che ha consentito di rimuovere la questione rifiuti per anni. Questo non giustifica coloro che dagli Anni '80 non hanno assunto decisioni per allineare Roma alle direttive europee». Così il ministro dell'Ambiente Corrado Clini a Sky Tg24. «A Roma – continua Clini – ora siamo a un punto che potrebbe diventare critico. Ma nelle prossime settimane individueremo il sito alternativo per la discarica temporanea e faremo partire la raccolta differenziata per poter raggiungere almeno il 50% in18 mesi».
Sui siti per sostituire, temporaneamente, la discarica di Malagrotta, il ministro dice: «Monte Carnevale è sicuro perché è su 80 metri di argilla ed è dotato di una barriera naturale molto consistente». E su Corcolle spiega: «il prefetto Pecoraro era stato incaricato nel 2011 di risolvere la questione dei rifiuti perché Regione, Provincia e Comune avevano dichiarato di non essere in grado di trovare una soluzione. La scelta di Corcolle era stata fatta dal prefetto col consenso del presidente della Regione, mentre Alemanno si era schierato per una soluzione diversa». E sulle dimissioni di Pecoraro Clini precisa: «Io non ho mai chiesto le dimissioni del prefetto, ma gli ho fornito, appena me lo ha chiesto, gli elementi utili per l'individuazione di un sito alternativo a Corcolle che lui ha preferito contro una mia valutazione e contro la valutazione di Ornaghi». Renata Polverini dal canto suo conferma: «La scelta di Corcolle – dice – era tecnicamente supportata dalla mia amministrazione». Ma sul sito di Monte Carnevale, la presidente della Regione ribatte secca: «Clini deve parlare col prefetto Sottile non con noi: ci auguriamo che lui possa trovare condizioni migliori dal punto di vista tecnico e istituzionale di quelle trovate dal prefetto».
(Metro)