Vite in codice e Anticorpi sulla ribalta romana

Teatro – Le nuove leve della drammaturgia e l’integrazione sociale al centro delle due rassegne che partono stasera e domani in città. Al Teatro dell’Orologio (via de’ Filippini) al via la II edizione di “DCQ”, realizzata dalla compagnia DoveComeQuando, per scoprire le realtà più originali che calcano le scene degli spazi off di Roma. Stasera (ore 21) sulla ribalta “Vite in codice” di Michela Pezzani, regia di Roberto Adriani. Parte anche la II edizione “Anticorpi” il Festival di teatro di integrazione sociale al Teatro Furio Camillo (via Camilla). Da domani al 27 vanno in scena 6 spettacoli frutto di laboratori teatrali condotti nei cosiddetti “luoghi del disagio” con compagnie di attori professionisti, disabili fisici e mentali, pazienti psichiatrici e anziani. L’intento è raccogliere diverse realtà teatrali che operano in ambito sociale per creare uno spazio di conoscenza e di comunicazione tra gruppi e operatori teatrali e favorire scambi di idee mettendo in rete organizzazioni diverse. La novità di questa edizione è che ogni sera è in programma un breve intervento, a precedere lo spettacolo in programma, che traduce in forma di performance, video o radiodramma, il lavoro di altre cinque organizzazioni che promuovono l’integrazione e l’inclusione sociale attraverso l’arte.
(Barbara Nevosi)