Fornero all'Alenia Assedio ai cancelli

L’ultimo a prendere la parola nel corso dell’assemblea Fiom all’Alenia, alla quale ha preso parte il ministro Elsa Fornero, è stato un operaio di 32 anni: «Quando l’ho vista piangere in tivù  ho pensato era diversa dai soliti politici. Poi mi sono ricreduto». Una frase che riassume la giornata del ministro tra le tute blu.
Anche il segretario della Fiom, Giorgio Airaudo ha parlato  di «applausi di cortesia» ad Elsa Fornero,  aggiungendo che il ministro «non ha convinto».  Al termine dell’assemblea il ministro ha incontrato una delegazione di lavoratori Agile (ex Eutelia).I lavoratori indossavano una maschera bianca e al ministro hanno detto: «chiediamo solo di poter lavorare».
A contestare l’assemblea c’erano le tute blue di Fim, Fismic, Ugl e Quadri che hanno appeso ai cancelli due cartelli: «Fornero la riforma non va spiegata, va cambiata», «Ci faccia la cortesia, prenda ripetizioni sul lavoro». Uno degli operai indossava un cappio al collo: “È così che siamo ridotti”, ha detto.
(Rebecca Anversa)