All'Olimpico un calcio contro racket e usura

Rema. Roma Capitale, al fianco dei  cittadini nella lotta all’usura e al racket, grazie alla collaborazione delle società calcistiche As Roma e Ss Lazio e alla Lega Calcio, in occasione delle due partite di campionato  Roma-Udinese, che si giocherà stasera all’ Olimpico e Lazio-Lecce, disputata il 22 aprile prossimo. Si tratta di una la campagna di sensibilizzazione ad un uso responsabile del denaro e alla prevenzione dei crimini del racket e dell’usura. Prima dell’inizio partita i giocatori  esporranno lo striscione contenente il sintetico messaggio “Roma  Capitale contro l’usura”, mentre ai cancelli dello stadio Olimpico saranno distribuiti 35.000 mini opuscoli, realizzati da Roma Capitale  con la collaborazione tecnica di Zetema.
«Roma Capitale contro l’usura è un messaggio che va inteso  come invito ai cittadini a denunciare gli usurai, prevenendo anche  l'odioso crimine del racket», sottolinea il sindaco Gianni Alemanno, che evidenza anche l’intento «di dare una risposta concreta al grido di aiuto che viene da coloro che, a causa della crisi, si trovano in  una situazione di sovra indebitamento».
Sempre oggi il sindaco firmerà  un protocollo di intesa con la Confcommercio Roma per sensibilizzare gli esercenti delle attività economiche sui rischi del ricorso al credito usuraio e incentivare comportamenti virtuosi di denuncia e di rifiuto di richieste criminali.
Il Codici lancia nel Lazio la campagna Sos debitiI dati  Nel 2011 i fallimenti nel  Lazio sono stati il 23,4%, per  un totale di 1.253 crack aziendali (una delle peggiori performance in Italia).  In questo contesto basta poco per cadere nella morsa dell'usura. Secondo il dossier “usura nel Lazio” realizzato dall'associazione Codici, le finanziarie e  le banche sono, al momento, le nuove emergenze nel Lazio. A Roma e provincia, da settembre 2011 a marzo 2012, sono arrivati al Codici 20 casi. La campagna Dall'analisi di questi dati, l'associazione ha lanciato la campagna SOS debiti. I cittadini che hanno problemi con pignoramenti, fermi amministrativi, cartelle esattoriali da record possono contattare l'associazione  www.codici.org.
(metro)