Un Funerale al Gobetti per sfuggire alla morte

Teatro. “Pregasi seppellire il più in fretta possibile”. Così l’attrice, regista e drammaturga Olivia Manescalchi intitola le note di regia, condivisa con Giancarlo Judica Cordiglia, che introducono il suo originalissimo “Il funerale” in scena, dal 10 al 15 aprile, al Teatro Gobetti e a seguire al Teatro Baretti dal 18 al 20, sempre di aprile. Si tratta di una commedia dal respiro ironico e sostenuta da un cast estremamente brillante che, oltre alla stessa autrice, vedrà sul palco anche Roberto Accornero,  Lorenzo Fontana, Giancarlo Judica Cordiglia, Elena Russo Arman, Valentina Virando e Luigi Valentini nella parte del morto.
«Il testo - confessa Olivia Manescalchi - nasce dalla necessità di ritrovare un modo per rapportarsi alla morte. Non possiamo prescindere da essa, né dalla paura che questa incute. Ma la società cerca di negare, di occultare, di sviare l’attenzione e di velocizzare. Il peso del corpo morto: via, dimenticare, e subito. Io non credo che questa sia la soluzione» (Info: 011 5176246).
(Antonio Garbisa)