Un referendum sui grattacieli

Roma. Realizzare 35 mila alloggi di edilizia popolare e di housing sociale «utilizzando i vantaggi offerti dal piano casa regionale», sbloccare i Piani di zona (ieri ne sono stati approvati 4 per un totale di 1.530 alloggi), completare le compensazioni. È il programma urbanistico del sindaco Alemanno che, di comune accordo con la presidente regionale Polverini, prende di mira «il deficit infrastrutturale del Piano regolatore vigente» e annuncia una consultazione popolare sui grattacieli a Roma per riqualificare le periferie, da svolgere in contemporanea con le prossime elezioni amministrative. Durissima la reazione di Legambiente Lazio: «Stop alla devastante variante in Agro romano di Alemanno. Utilizzare la scusa dell’housing per giustificare una nuova colata di cemento è ridicolo. Gli abitanti a Roma non crescono più da anni, a che pro allora tutto questo cemento?».
 
(Metro)