Scale immobili in metrò: "Servono investimenti"

«La disabilità non riguarda solo le persone in sedia a rotelle. Riguarda anche le persone anziane che fanno fatica a camminare. E per loro, non avere scale mobili funzionanti o ascensori in metrò è una sciagura. E presto a Milano gli anziani saranno il 15% della popolazione».  Parole di Franco Bomprezzi, consulente sulle Politiche per la disabilità del Comune.
Bomprezzi, sulle linee 1 e 2 del metrò, ci sono almeno 27 scale mobili ferme da tempo immemorabile...
Lo so, infatti il 20 aprile abbiamo organizzato un incontro Atm, associazioni della disabilità e, spero, il Comune, per creare una mappa delle “questioni calde” e scrivere un piano di intervento. Bisogna capire dove si può intervenire subito e come.
Molte scale sono vecchie, non basta una veloce manutenzione, ma ne servirebbe la sostituzione. Per quelle che si può fare?
So che viviamo nei peggiori tempi possibili, ma servono investimenti. Un piano che parta da oggi e arrivi a fine legislatura.
L’assessore Maran aveva annunciato tre milioni per le scale mobili di 9 stazioni, ma ancora non si è fatto nulla...
Lo so. Anch’io voglio chiedere come intende spendere quei soldi e quando. Anche perché, in base alla legge 67 del 2006, ogni cittadino può chiedere al giudice di obbligare le istituzioni a ovviare a un disservizio conclamato (è già successo a Roma e Torino). Non vorremmo accadesse anche qui.
Non c’è speranza...?
C’è: tutte le linee del metrò in costruzione saranno pienamente accessibili.
(Andrea Sparaciari)       

 
 
Mandateci i vostri scatti a milano@metroitaly.it
Alcune delle decine di lettere arrivate in redazione che segnalano scale mobili o ascensori del metrò rotti.
Cologno Centro linea verde
“Alla fermata di Cologno Centro (linea Rossa) la scala mobile per accedere alla banchina in direzione Milano è rotta dal 29 novembre 2011: 4 MESI! Con tutti gli aumenti dei biglietti, con tutta la pubblicità che ci propinano nei vagoni o sui mezzanini, con tutti i soldi che non hanno pagato per migliaia di mq. di negozi non dichiarati... Come mai non hanno mai soldi per rendere il servizio almeno discreto?
Barbara
 
Cordusio, linea rossa
“Buongiorno, volevo segnalarvi un altro caso di interruzione di servizio della scala mobile nella stazione Cordusio (linea Rossa). Il problema esiste già da parecchio tempo,  calcolando anche che è una stazione di snodo affollata, con molto traffico pedonale.”
 Fabrizio
(nelle foto spedite dai lettori: l'ascensore rotto di Assago, le scale "immobili" di Palestro e Cordusio)