Centro, la "guerra" dei commercianti

La pazienza è finita. I commercianti del centro sono pronti a sfidare, a suon di iniziative di protesta, il Comune di Torino contro l’aumento del prezzo del parcheggio su strisce blu e i vincoli imposti dalla Ztl per la quale sarebbe allo studio un’estensione pomeridiana o, in subordine, un’estensione dei confini. A Palazzo Civico restano soltanto sette giorni per convocarre i comemrcianti e cercare di trovare una soluzione. La prima iniziativa, infatti, è prevista per sabato prossimo con lo spegnimento “simbolico” delle luci delle vetrine subito dopo l’orario di chiusura. E poi il lunedì successivo, i commercianti riconsegneranno al Comune  le chiavi dei loro negozi. Infine è prevista anche  la pubblicazione di volantini e locandine in tutti i negozi. I commercianti sono insomma sul piede di guerra. Sono  sono furiosi soprattutto perché la lettera che conteneva i suggerimenti e le richieste degli esercenti  è stata -dicono- ignorata. Nelle settimane scorse il Coordinamento dei presidenti di Via, presieduto da Christian Volkhart, ha avuto un incontro con l’assessore comunale  alla viabilità, Claudio Lubatti. Ma nel corso di questo incontro, in realtà, nulla è stato deciso.
(Rebecca Anversa)