Rifiuti e discariche Il rush finale

città. Poche ore ancora e il ministro Clini dovrebbe sciogliere il nodo del dopo Malagrotta, la cui chiusura rischia comunque di slittare ancora una volta. Dopo la settimana di riunioni dei tecnici del ministero e del commissario rifiuti per esaminare le caratteristiche di tutti i siti in ballo, è fissato infatti per domani il vertice  in via Cristoforo Colombo insieme al presidente Polverini, al sindaco Alemanno e al presidente Zingaretti.
In vista di una possibile indicazione, i comitati anti discariche si mobilitano. Oggi, in rappresentanza della valle Galeria e  dei quartieri Massimina, Malagrotta, Ponte Galeria, Piana del Sole, Monte Stallonara, Muratella, il Popolo della nebbia pianterà una tenda davanti al ministero per dire no alla discarica di Monti dell’Ortaccio. E i cittadini  del Municipio XV e XV, coi loro minisindaci, manifesteranno proprio in via di Ponte Galeria:«Malagrotta mai più. Così ci vogliono far morire tutti», lo slogan scandito.
Domani, poi, tutti i comitati anti-discarica scenderanno in piazza presso la sede del ministero dell'Ambiente, per ribadire il loro «no alle discariche che ucciderebbero il territorio di qualsiasi comune in cui venissero impiantate».  I  comitati, spiega il Coordinamento Riano No discarica, «auspicano che l'intervento del ministro Clini possa portare la raccolta differenziata porta a porta  quale unica soluzione possibile all'emergenza post-Malagrotta».
(metro)