Arriva la nuova Mercedes SL l'auto preferita da Steve Jobs

Mercedes festeggia, quest'anno, i 60 anni della SL, la vettura preferita da Steve Jobs, il fondatore della Apple, scomparso nei mesi scorsi. Jobs per una delle sue numerose e originali abitudini ne cambiava una ogni sei mesi. Ma sono in tanti nel mondo gli estimatori della lussuosa cabriolet sportiva della Casa della “stella”. Per questo la Mercedes ha deciso di completare anche il restauro della più vecchia SL esistente, la 300 SL W194 telaio numero 2 presentata nel lontano marzo del 1952, una delle sole 10 costruite all'epoca con ampio utilizzo di alluminio e magnesio per contenere il peso e risultare più "performante" nelle competizioni.
La stessa dedizione e l'evoluzione della ricerca tecnologica hanno permesso alla nuova generazione della SL di ridurre drasticamente il peso totale rispetto al modello precedente: l'inedito telaio di alluminio e i nuovi propulsori aggiornati hanno permesso di "limare" fino a 140 kg rispetto alla precedente SL, pur offrendo una carrozzeria più lunga di 50 mm e più larga di 57 mm, con 37 mm di spazio per le spalle e con un valore record di coefficiente aerodinamico per un Cx pari a 0,27. I consumi, grazie alla drastica cura dimagrante, sono stati, inoltre, ridotti fino al 29%, grazie anche alla messa a punto dei nuovi propulsori BlueDirect con Start&Stop e trasmissione automatica 7G-Tronic Plus. Due i motori per la nuova sportiva Mercedes, il V8 da 4700 cc da 435 CV e 700 Nm per la SL 500, mentre la SL 350 propone il V6 di 3500 cc aspirato da 306 CV e 370 Nm e dichiara un consumo di 6,8 l/100 km, pur scattando da 0 a 100 kmh da fermo in 5,9 secondi, contro i 4,5 della V8.
La linea della Classe SL ha, inoltre, beneficiato di un'evoluzione stilistica che la avvicina alle più recenti sportive Mercedes dalla SLS alla SLK, senza perdere, tuttavia, le proporzioni tipiche del modello e, anzi, introducendo una serie di innovazioni tecnologiche assolutamente di rilievo, come il tetto rigido ripiegabile con telaio in magnesio, disponibile in tre varianti: verniciato, Panorama cioè di vetro o col sistema Magic Sky Control a oscuramento variabile, introdotto per la prima volta proprio dalla SLK. I passeggeri della nuova SL potranno poi contare sul sistema Frontbass con woofer installati nella zona piedi dell'abitacolo per un suono pieno e avvolgente e, soprattutto, la sicurezza di guida sarà garantita dal nuovo sistema Magic Vision Control, che integra nelle spazzole tergicristalli degli spruzzatori d'acqua riscaldabili a portata variabile che mantengono perfettamente pulito il cristallo in ogni condizione metereologica. Le Mercedes SL offrono di serie il nuovo sistema multimediale con connettività web, navigazione con Google maps e applicazioni Facebook. I modelli possono, inoltre, essere dotati di sospensioni a controllo elettronico, Distronic Plus per la distanza di sicurezza e Park assist per le manovre di parcheggio.
La SL 350, la versione di accesso alla gamma, ha un prezzo di 98.074 euro, mentre la SL 500, il top di gamma, costa 117.057 euro. E' disponibile anche la versione a tiratura limitata Edition 1 con tetto Panorama, kit aerodinamico AMG, assetto sportivo, cerchi in lega AMG da 19", pelle nappa Designo, sistema Airscarf, sedili riscaldabili, frangivento elettrico, impianto audio hi-fi Harman Kardon, inserti di alluminio e verniciatura in Argento Cristallo Designo a un prezzo aggiuntivo di circa 20.000 euro. Da segnalare, infine, la disponibilità anche per la nuova SL del sistema di applicazione in esclusiva da Apple del Drive Kit Plus per l'iPhone 4 che prevede anche l'integrazione dello smartphone sul display della vettura. (Corrado Canali)