Area C: da oggi si paga entro 24 ore

Da oggi, chi entra in Area C, paga. Entro 24 ore. È scaduta, infatti, la zona cuscinetto che permetteva di dilazionare il pagamento del pedaggio. E chi non avesse regolarizzato gli accessi percedenti, si vedrà recapitare un “regalino” da 87 euro.
Secondo le stime, dovrebbero essere almeno 200mila le sanzioni in arrivo. In maggioranza si tratta di mancati pagamenti, seguiti a ruota dalle sanzioni a quei veicoli che hanno varcato i Bastioni senza poterlo fare (Diesel Euro 3). 
La “pioggia nera” delle multe, inizierà a cadere proprio su quest’ultimi: da giovedì, infatti, partiranno circa 5mila verbali diretti proprio agli “inquinatori” distratti. Per gli smemorati, invece, i tempi duri verranno a luglio, quando i verbali colpiranno a tappeto.
Salvati i residenti
Una parziale sanatoria è stata decisa in extremis da Palazzo Marino per i residenti della Zona C. Per questi, infatti, non scattarà la sanzione se hanno varcato i Bastioni almeno una volta dal 16 gennaio (data di attivazione del provvedimento) e non hanno pagato.
Anche i proprietari di Diesel Euro 3 sono salvi. La Polizia locale incrocerà da oggi i dati delle targhe che hanno avuto accesso alla zona con quelli del cervellone: se il veicolo risulterà non registrato, la multa verrà bloccata. Il sistema quindi rilascerà un pin che il residente dovrà ritirare in prima persona entro 15 giorni dal ricevimento dell’avviso. Soltanto così la procedura sarà completata. Passati i 15 giorni senza che vi sia stato il ritiro del pin, i residenti riceveranno la multa.
(Andrea Sparaciari)