Io, tifosa del Napoli in volo verso la storia

Stiamo entrando nella storia a bordo di un volo dell'Airfrance che prima di arrivare a London City farà scalo a Linate. Proiettati, concentrati, predisposti solo per un unico pensiero: domani sera, in diretta mondiale, c'è Chelsea Napoli. Le ultime 24 ore? Da infarto. Chiama la compagnia aerea: «Ehm, scusate, il volo è cancellato». Roba da rimanerci secchi. L'abbiamo comprato a dicembre sto biglietto, appena il sorteggio ha decretato:  Napoli-Chelsea. Ci siamo detti: andiamo a bere una birra a Londra. Mai avremmo creduto che saremmo arrivati nella City con un bagaglio di 3 gol segnati. E peccato per quell'unico concesso a loro. Quindi i quarti di Champions sono a portata di mano, ma non ce lo diciamo, a stento lo pensiamo perchè le gambe tremano e i riti scaramantici si sprecano.
Quindi, volo cancellato, e quel secondo di troppo prima della seconda frase: "Vi proponiamo un volo alternativo, si tratta di partire un'ora prima", poteva essere fatale per le nostre coronarie. Capodichino, eccoci, siamo in tre oggi, i soliti tre compagni di vita e di avventura, e col biglietto in tasca, ed è  un altro miracolo: accaparrarsi il lasciapassare per lo stadio è stata una fatica erculea. Abbiamo dovuto lottare con prepotenti, manovre camorristiche e siti online intasati. Ma abbiamo vinto noi.
Speriamo che porti bene. A presto!
(Deborah Divertito)