Allarme alla RomaTotti in dubbioper Palermo

Morale sotto i tacchi e Roma in piena emergenza per la sfida col  Palermo (sabato, ore 20,45, arbitra Banti di Livorno). Oltre agli infortunati Pjanic e Juan, Luis Enqique non avrà Osvaldo e rischia di dover rinunciare anche a Totti. L’attaccante ex Espanyol non sarà del match perché ha visto ieri confermata la sua squalifica dalla Corte di Giustizia Federale, che ha respinto seccamente il ricorso della società. Il capitano, invece, ha dovuto interrompere l’allenamento per un affaticamento muscolare al quadricipite della coscia destra. Le sue condizioni saranno valutate attentamente oggi pomeriggio, e all’ottimismo che filtra da Trigoria fa da contraltare il fatto che, ad oggi, il capitano non sarebbe della gara. Fa passi da gigante, intanto, Burdisso: “Sto bene – ha detto il difensore – e spero di essere pronto per la preparazione estiva. Kjaer? Dimostrerà quanto vale nelle prossime 12 partite, ne sono certo. Per quanto riguarda il progetto Roma, le cose serie non si fanno in un giorno”. Concetto, questo, sottolineato, ai microfoni del sito ussoccerplays.com, dal presidente Di Benedetto (“Puntiamo in alto e il nostro primo obiettivo è  vincere, dopo aver creato una grande squadra), Luis Enrique (“Abbiamo bisogno di rinforzi, ma siamo concentrati sui giovani. Cerchiamo di divertire i nostri tifosi e a fine stagione vedremo come sarà andata”) e capitan Totti: “Il club ha un futuro luminoso e i risultati arriveranno”. Ma i tifosi, da Palermo, più che parole, si aspettano fatti.(f.d.n.)