Balotelli si confessa con Noel Gallagher

"Senza Roberto Mancini non sarei mai venuto al Manchester City. Lui dice che devo maturare? Se Mancini dice qualcosa, ha ragione. Ma ho solo 21 anni e sono ancora molto giovane. E poi penso che rispetto allo scorso anno nella mia testa sono già più grande". Mario Balotelli si confessa in un’intervista esclusiva alla Bbc. Supermario ha risposto alle domande di un "giornalista" e tifoso d’eccezione del Manchester City, l’ex leader degli Oasis Noel Gallagher. Nell’intervista con la rockstar britannica Balotelli parla in termini positivi del suo rapporto con il manager italiano dei 'citizens' e ammette: "Se Mancini non fosse qui, non sarei mai venuto al Manchester. Ma ora che sono qui è tutto ok, sono felice". Supermario si definisce una persona "molto riservata" e conferma di non apprezzare le 'invasioni di campò nella sua vita privata. "Non mi piace quando la gente parla degli affari miei, della mia vita. La gente può pensare che sono un pò arrogante, ma sono semplicemente mestesso. Non mi interessa, possono dire quello che vogliono". "Io -prosegue- sono un calciatore e il momento più importante per me è la domenica in campo. Si dicono un sacco di cose sul mio conto ma sono solo bugie. Magari qualcuno mi vede per strada e scatta una foto, poi chiama la stampa e il giorno dopo i giornali scrivono: "Mario era li". Ma io cammino per strada e vado al pub come un ragazzo normale". Gallagher si mostra interessato: "Vai al pub?", domanda il musicista. "Sì, ma non bevo", precisa Balotelli.(Andkronos)