Truffa aggravata all'Asilo Mariuccia Indagato il presidente Izzo, ex numero 2 del

Soldi pubblici per acquistare, a prezzo stracciato, un immobile poi affittato a una società del cui cda era presidente. Valter Izzo, presidente dell'Asilo Mariuccia ed ex numero 2 della Compagnia delle Opere, è indagato per truffa aggravata ai danni della Regione  per aver  usufruito indebitamente di finanziamenti pubblici. La Finanza ha perquisito, a caccia di documenti, le due sedi della Fondazione Asilo Mariuccia, in via Pacini e via Mosé Loira, e l'abitazione di Izzo. L'inchiesta è nata da una lettera anonima, firmata «I dipendenti dell'Asilo Mariuccia». Izzo avrebbe fatto ripianare dalla Regione un  presunto buco di bilancio di 600 mila euro imputato alla gestione  precedente, ma  i soldi - è l’ipotesi degli investigatori - sarebbero invece stati utilizzati per acquistare un immobile in via Porpora dato poi in affitto a prezzo ben al di sotto del mercato all’Esae, un’agenzia di ricerca nel campo delle scienze sociali e umanistiche, di cui Izzo è stato presidente fino allo scorso 20 dicembre.
Un’altra palazzina poi inguaia anche il figlio del presidente, cui Izzo ha venduto come nuda proprietà uno stabile in via Pacini donato all’Asilo Mariuccia: tre locali con  attico al microprezzo di 87mila euro con usufrutto intestato alla moglie. In questo caso, anche vi fossero  rilievi penali, il reato è già quasi prescritto. (Metro)