Scommesse: amnistia irrealizzabile

«Abete e Petrucci, si sono sentiti. Riteniamo che non sia una strada percorribile pur esprimendo gratitudine alla procura di Cremona»: così ieri il dg della Figc, Antonello Valentini ha commentato le dichiarazioni del pm di Cremona, Di Martino, che ha parlato di possibile amnistia della giustizia sportiva sul calcioscommesse. Poco dopo gli ha fatto eco Petrucci stesso e il dibattito è rimasto aperto tutto il giorno anche a causa dell’uscita del nome di Bonucci nell’ambito dell’inchiesta barese. «Il fenomeno è dilagante. Serve un’amnistia», aveva riferito il pm cremonese. Intanto, oggi, Palazzi inizia gli interrogatori della giustizia sportiva. Scommessopoli... ricomincia. (metro)