Nba, Belinelli s'illude, ma gli Hornets vanno ko a Chicago

Nba-Marco Belinelli e New Orleans sfiorano il colpaccio a Chicago. La regular season Nba riprende dopo la pausa per l'All Star Game e gli Hornets (8-26) vengono sconfitti per 99-95 sul campo dei Bulls (28-8). Belinelli, titolare per 23'58«, non incanta con 6 punti e 3/7 dal campo. La guardia bolognese, però, realizza il canestro che a 2'11» dalla sirena (93-91) porta avanti New Orleans. Gli Hornets, sotto di 11 all'inizio del quarto periodo, volano a +4 (95-91) coronando un parziale di 13-0. Chicago si scuote e, guidata da Derrick Rose (32 punti e 9 assist), risponde con un 8-0 decisivo. I tori, con un ottimo Joakim Noah (15 punti e 16 rimbalzi), si salvano. Perde Belinelli in campo e perde Andrea Bargnani senza giocare. I Toronto Raptors (10-24), ancora privi del 'magò, perdono 88-85 sul campo degli Houston Rockets (21-14) di Kyle Lowry (26 punti). Passo falso casalingo dei Dallas Mavericks (21-14): i campioni in carica cedono 93-92 ai New Jersey Nets (11-25), che si godono il ritrovato Brooke Lopez (38 punti). I 30 punti di Blake Griffin e i 27 di Chris Paul on bastano ai Los Angeles Clippers (20-12), superati in casa per 109-97 dai Minnesota Timberwolves (18-17) trascinati da Derrick Williams e Michael Beasley (27 punti a testa). Brutte notizie, invece, per i Los Angeles Lakers. Kobe Bryant è tornato dall'All Star Game con il naso rotto, già operato, e con una commozione cerebrale: la star potrebbe prolungare la pausa di metà stagione. (Gro/Ct/Adnkronos)