Omicidio suicidioper un tradimento

Aveva giurato alla moglie che  si sarebbe pentita del tradimento e del fatto che voleva separarsi. Ieri mattina Adriano Maero, 47 anni, ha atteso che la moglie Maria Teresa Chiotti uscisse di casa per andare a trovare la madre che abita non lontano dalla loro casa di Giaveno, è ha messo in atto il suo folle piano. Ha preso un martello da carpentiere si è introdotto nella camera del figlio 17 enne che stava dormendo. Armato dalla rabbia ha colpito il ragazzo alla testa più e più volte fracassandogli il cranio. Poi è uscito dalla stanza si è tolto la maglietta e si anestetizzato il torace con dell’etere. Infine si è seduto su una poltroncina nell'ingresso e si è sferrato dieci coltellate al petto uccidendosi. A trovare entrambi i corpi è stata la moglie quando intorno alle 8 è rientrata a casa per preparare la colazione al figlio. Ieri mattina marito e moglie, entrambi venditori ambulanti, avevano litigato e quando alle sei la donna è uscita di casa lui ha messo in atto la sua vendetta, uccidendo quel figlio tanto amato. (Metro)