Il Piccolo principe sbarca al Vittoria

Bambini – “È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi”. È il segreto che la Volpe, addomesticata dal Piccolo principe, affida all'amico dai capelli color del grano, protagonista del libro cult di Saint Exupèry. “Il Piccolo Principe”, un piccolo-grande gioiello di narrativa, è al Teatro Vittoria di Roma fino al 4 marzo, nell'adattamento di Italo Dall'Orto. Lo spettacolo, tratto dal capolavoro di Antoine de Saint Exupèry, ha debuttato nel 1998 e da allora ha percorso l'Italia con più di 400 repliche nei maggiori teatri, registrando sempre il tutto esaurito. La regia è curata da Italo Dall'Orto, che è anche autore della riduzione del testo e interprete della parte del Pilota, mentre la parte del piccolo protagonista è affidata a turno a Pietro Santoro e Emilio Magni, bambini pieni di talento che restituiscono al pubblico tutta l'ingenuità e il disincanto della creatura letteraria. Nel ruolo dela Rosa e del Serpente, al loro primo debutto sul palco, Virginia Gori e Arianna Baldini, giovanissime promesse della danza studentesse del Centro Studi Danza e Movimento di Firenze. Nella scenografia fatta di atmosfere di luci e di colori, scorrono gli elementi essenziali del racconto (l'aereo, i pianetini, il muro del Serpente, la tana della Volpe). Le immagini sono di Armando Mannini, i costumi di Elena Mannini, le musiche di Gionni Dall'Orto, il disegno delle luci e le proiezioni, riproducono nella scatola magica del palcoscenico le suggestioni del racconto.(Orietta Cicchinelli)