Linea 3, con Area C è boom di passeggeri

Sarà perché è l’ultima nata. Sarà perché, dopo l’entrata in vigore di Area C, ci si è sempre concentrati sulle sorelle maggiori Rossa e Verde, sarà quel che si vuole, comunque una cosa è certa: la rivoluzione della mobilità milanese ha toccato e non poco, anche la Linea Gialla. Bastano pochi dati a dimostrarlo: dall’entrata in vigore del provvedimento anti congestione (facendo una media tra i giorni feriali pre e post Area C), la M3 con  236mila passeggeri in media al giorno, ha registrato un aumento complessivo del 5% dei viagiatori, pari a 11mila passeggeri in più. Il giorno “top”, dall’inizio di Area C è stato il 26 gennaio, quando hanno “tornellato” (per usare un termine caro ai tranvieri) 10.500 persone.  In particolare, a crescere sono state le fermate di Turati (+ 8,7%, 3.505 passeggeri),  Missori (+ 8,4%, 14.665), Crocetta (+ 3,4%, 16.243), cui però fa da contraltare una diminuzione alle stazioni di Duomo (- 4,8%, 27.021) e Monte Napoleone (- 1,2%, 8.456).
Fuori da Area C, invece, il maggior aumento si è registrato a  Repubblica (+ 4,6%, 4.439), in concomitanza con dello snodo con il Passante Ferroviario.  Dati molto positivi per Atm, ottenuti grazie anche al prolungamento dell’orario di punta fino alle 10. Una novità possibile con l’aggiunta di quattro  corse  (cioè  4.800 passeggeri in più trasportati). Un esperimento vincente. andrea sparaciari