Sebastiano Somma Dopo tanta tv e teatro mi piacerebbe fare cinema

Teatro Pronto a calarsi nei panni del Capitano Bellodi personaggio creato da Leonardo Sciascia che sul grande schermo nel 1968 vide Franco Nero diretto da Damiano Damiani Ben felice di interpretare un ruolo che ha avuto illustri predecessori Sebastiano Somma sale stasera ore 21 sulla ribalta del Teatro Parioli di Roma ne Il giorno della civetta con la regia di Fabrizio Catalano e la partecipazione di Orso Maria Guerrini Ambientato negli anni Sessanta in una Sicilia misteriosa vendicativa ma sempre affascinante lo spettacolo racconta la storia dell inchiesta condotta da un capitano dei carabinieri Somma chi il Capitano Bellodi Un ex partigiano capitano dei carabinieri che da Parma si fa mandare nella Sicilia che lo ha visto bambino per servire lo Stato Una volta l ha a che fare con la mafia e con le collusioni tra poteri alti della politica Bellodi la parte intellettuale il pensiero di Sciascia E Orso Maria Guerrini chi interpreta L antagonista l anima scura il capo mafia che gestisce il potere Quale messaggio lancia lo spettacolo Punta al risveglio delle coscienze rivolto a tutti ma soprattutto ai giovani e a coloro che non hanno letto Sciascia Le nuove generazioni devono imparare che ci sono regole da rispettare Lei ha messo piede in teatro per la prima volta a 16 anni confrontandosi con i classici Cosa le piace di Sciascia Mi piace il modo profondo e semplice di scuotere l animo La lettura che fa della vita e della societ la sua sicilianit Attinge ad una problematica mafiosa e lo fa con una presa di coscienza devastante intellettuale con leggerezza I suoi prossimi progetti Andremo in tourn e con lo spettacolo in tv c in programma di girare la V serie di Un caso di coscienza e mi piacerebbe che il cinema si accorgesse di me Grazie alla tv arrivata la popolarit aveva 38 anni Che sapore ha quando arriva in et matura e dopo tanta gavetta Se ne gode di pi e con maggiore serenit Sono felice e grato per il lavoro che faccio se fosse arrivato da giovane per forse avrei avuto pi energia e grinta Barbara Nevosi