La Provincia smantella l'ecolaboratorio mobile

  “Un Laboratorio ambientale mobile, un fuoristrada attrezzato con le più moderne tecnologie e apparecchiature per la rilevazione, il monitoraggio e l’analisi strumentale, in loco, di qualsivoglia inquinante potenzialmente presente in acqua, suolo e aria”. Così il sito della provincia presenta questo “fiore all’occhiello” della lotta all’inquinamento. Un 4x4 dal costo di 150mila euro, unico “esemplare” del suo genere in Italia. Peccato che il super laboratorio langue inutilizzato da mesi nel parcheggio della Polizia provinciale in via Principe Eugenio e che da quasi un anno non effettui alcun controllo. Tanto, che tutte le strumentazioni sono state smontate e chiuse in un armadio.  A scoprirlo con un blitz il consigliere Pd Paolo Cova. «Non si capisce - si chiede Cova -  perché nel 2009 il laboratorio abbia effettuato oltre 200 interventi, mentre nel 2010 solo tre.  È così utilizzato che nessuno dei presenti aveva le chiavi», scherza. La spiegazione, dice l’assessorato all’Ambiente, è che non ci sarebbero più tecnici in grado di farlo funzionare. (an.spa.)