Anoressia alla Scala proseguono le polemiche

Danza Prosegue l ondata di polemiche sulla Scala dopo il licenziamento della ballerina Maria Francesca Garritano che con lo pseudonimo di Marygarret aveva rivelato nel libro La verit vi prego sulla danza la condizione di stress e le pressioni esercitate sulle giovani allieve della Scala al punto da renderne una su cinque vittima dell anoressia A scendere in campo l assessore al Benessere del Comune di Milano Chiara Bisconti che chiede al Teatro alla Scala una presa di posizione ufficiale e un codice etico che possa regolare i rapporti con le danzatrici soprattutto quelle in et adolescenziale pi colpite dai disturbi alimentari Vorrei delle rassicurazioni chiede l assessore per sapere se c un codice etico se formano le ballerine se danno loro consigli pratici E se non lo fanno sarebbe bello che lo facessero Se anche la ballerina ha detto una cosa non vera il problema dell anoressia esiste Dato che un tema scottante per un ente come la Scala un dovere avere una propria posizione Pronta la replica dal Teatro Abbiamo gi un programma nutrizionale in capo al direttore Fr d ric Olivieri direttore della scuola di ballo e del dipartimento danza della Scala ndr e c anche una legge la 231 che seguiamo e che ha abbastanza prescrizioni per poter tenere tutto sotto controllo La Scala non ha bisogno di dire altro sta gi facendo ci che la legge impone patrizia pertuso