La busta paga Fiatdivide i sindacati

Era annunciata da giorni e ieri arrivata tra le mani di tutti i dipendenti Fiat la busta paga che riporta gli effetti del nuovo contratto stipulato tra il Lingotto e i lavoratori Sulla carta ci sono e parliamo di un operaio di III livello circa 80 euro lordi in pi rispetto all ultimo salario 40 dei quali sempre lordi sono una parte della 14 esima che sar spalmata lungo l arco dell anno Per Roberto di Maulo segretario nazionale della Fismic l aumento c inoltre i lavoratori di Melfi nell arco di un anno percepiranno un aumento lordo di circa mille euro In pi secondo il sindacalista stato sbloccato il passaggio dal quinto al sesto anno di anzianit Smorza gli entusiasmi Giorgio Airaudo leader nazionale della Fiom Di quegli 80 euro 40 erano l aumento previsto dal vecchio contratto nazionale siglato nel 2009 Gli altri sono per l appunto una spalmatura della 14 esima Sono stati semplicemente rateizzati A Melfi gli operai avranno un aumento che per era stato concordato in precedenza per adeguare i loro salari alla media degli altri stabilimenti Fiat in italia E oggi l amministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne illustrer ai sindacati i risultati conseguiti nel 2011 stato un anno soddisfacente sottolinea Roberto Di Maulo Critico il leader Fiom Airaudo I risultati del 2011 li conosciamo gi e non sono confortanti per l Italia A Mirafiori sono state prodotte 70 mila vetture e lo stabilimento in regime di piena salute dovrebbe sfornarne tra le 220 e le 250 mila Noi continuiamo a chiedere a Marchionne quali progetti ha per Torino e per il resto del paese Le risposte sono state elusive Forse questa stessa domanda dovrebbe farla anche il Governo